L'apertura di Netanyahu a Trump "Un atto di buona volontà"

Un “atto di buona volontà” da parte di Israele nei confronti degli Stati Uniti. Il governo, infatti, permetterà la costruzione di nuove abitazioni solo negli insediamenti ebraici già esistenti in Cisgiordania, e in altre aree con essi confinanti. A deciderlo, secondo i media, è stato il gabinetto di sicurezza, su spinta del premier Benyamin Netanyahu. Proprio ieri il gabinetto aveva approvato la realizzazione di un nuovo insediamento, sempre in Cisgiordania, per gli ex residenti dell’avamposto illegale di Amona, sgomberato due mesi fa dopo una sentenza della Corte Suprema.

Rossella Melchionna

È nata ad Ariano Irpino (AV) il 17/11/1991. Dopo aver conseguito la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale presso l’Università degli Studi di Salerno, collabora da diverso tempo con due testate cartacee, Il Corsivo (settimanale) e Il Mattino (quotidiano).