Secondo "The art of newspaper" tra gli italiani dominano gli Uffizi

“Il giornale dell’arte” e “The art of newspaper” hanno pubblicato la classifica dei musei più visitati del 2016. Il Louvre di Parigi conferma il suo primato mondiale, nonostante gli attentati che nei mesi scorsi hanno colpito la capitale francese. Il Louvre ha perso infatti circa due milioni di visitatori rispetto al 2014 e non è così riuscito a raggiungere il traguardo dei 10 milioni.

Se nel 2015 lo storico museo francese aveva toccato gli 8,66 milioni, nel 2016 sono state “solo” 7,4 milioni le persone che lo hanno visitato. Al secondo posto si piazza il Metropolitan Museum of Art (il Met) di New York, con poco più di 7 milioni di visitatori, nonostante i noti problemi di bilancio. Sul terzo gradino del podio, invece, il British Museum di Londra (6,4 milioni). Appena sopra la quota dei sei milioni di visitatori troviamo i Musei Vaticani, che nel 2016 hanno registrato un aumento di 60mila visitatori rispetto all’anno precedente.

Al sesto posto della classifica stilata da “Il giornale dell’arte” e “The art of newspaper” torna un museo londinese, il Tate Modern, che lo scorso anno ha staccato 1,1 milioni di biglietti in più rispetto al 2015. Rientrano fra i primi dieci anche il National Palace di Tapei, la National Gallery di Washington, l’Ermitage di San Pietroburgo e, infine, il Reina Sofia di Madrid.

Bisogna invece scendere fino al 25esimo posto per trovare il primo museo italiano in classifica che, anche quest’anno, si conferma essere la Galleria degli Uffizi di Firenze, con poco più di 2 milioni di visitatori. Da sottolineare l’exploit della Reggia di Venaria di Torino, che balza al quinto posto fra i musei italiani. Bene anche, tra le istituzioni torinesi, il Museo Egizio e il Museo del Cinema. La Reggia di Caserta passa, infine, dal 14esimo posto a livello nazionale del 2015 al decimo del 2016, anche grazie ai cospicui investimenti stanziati dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Antonio Scali

Nato in provincia di Reggio Calabria 24 anni fa, ha conseguito una Laurea Triennale alla Lumsa in Lettere Moderne e una Magistrale alla Sapienza in Filologia. Da sempre affascinato dal giornalismo, ha maturato diverse collaborazioni con siti internet, radio e tv occupandosi principalmente di sport.