Bimbi dimenticati in autoHyundai progetta un veicoloa prova di genitori sbadati

Il meccanismo della casa automobilistica debutterà entro il prossimo anno

Purtroppo capita spesso di leggere sulle prime pagine dei giornali notizie di bimbi dimenticati dai genitori nelle proprie auto e trovati poi morti. Il frequente verificarsi di queste vicende ha spinto le case automobilistiche di tutto il mondo ad attrezzarsi per rimediare al problema.

Prima tra tutte, la Hyundai che sarà la prima casa automobilistica a produrre auto a prova di genitori sbadati grazie ad un particolare dispositivo denominato Rear Occupant Alert. Il meccanismo, che sarà istallato di serie nell’auto, utilizza sensori in grado di rilevare ogni minimo movimento del passeggero incidentalmente lasciato nell’autovettura. Una volta scattato l’allarme il guidatore viene avvertito dal contemporaneo suono del clacson dell’auto e dal lampeggio dei fari. Inoltre, riceve un messaggio d’avviso sul proprio smartphone attraverso l’impianto Blue Link.

Il meccanismo, fanno sapere dalla casa automobilistica coreana, è stato brevettato per la gamma Hyundai model year 2019 e debutterà entro la fine del prossimo anno.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.