Milano, aggredisce passanti con un coltellopoi viene ucciso da polizia

Sotto choc l'agente che ha sparato Salvini: "Taser a forze dell'ordine"

È stato ucciso da un agente delle forze dell’ordine l’uomo che la scorsa notte a Milano, armato di un coltello, ha aggredito alcuni passanti per strada.  L’uomo, un filippino 45enne con precedenti, si opposto agli agenti arrivati sul posto, uno dei quali, dopo aver cercato di contenerlo, ha sparato e lo ha ucciso.

Secondo le prime ricostruzioni l’episodio è avvenuto verso mezzanotte in via Sulmona, in zona Corvetto, nella periferia sud-est di Milano. L’uomo ha aggredito prima alcuni passanti e poi gli agenti di una volante della polizia chiamata da un residente.  Uno degli agenti infatti, nel tentativo di contenere l’uomo, è caduto sbattendo la testa e poi è svenuto. Sopraggiunta una seconda pattuglia l’uomo si è scagliato anche contro gli altri due agenti. Uno dei due, dopo aver cercato di evitarlo, ha sparato alcuni colpi, uno dei quali fatali per l’aggressore.  I soccorritori del 118 non hanno potuto che constatarne il decesso. Due poliziotti sono stati portati in ospedale. L’agente che aveva sbattuto la testa e quello che ha sparato sono in stato di choc.

Il leader della Lega Matteo Salvini spera “che adesso nessuno se la prenda coi poliziotti e che le forze dell’ordine vengano dotate della pistola a impulsi elettrici che viene usata in molti Paesi in tutto il mondo, ma ancora non in Italia”.

 

 

Gabriele Crispo

Sono Gabriele Crispo, ho 27 anni e sono laureato in giurisprudenza. Ho conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication e svolto per un periodo la pratica forense.