Al via la manovra sul lavoroPoletti rivela nuove misuresgravi a chi assume giovani

Dal 2021 sarà tagliato il cuneo fiscale Nuovi investimenti per Garanzia Giovani

Due date limite – il 2018 e il 2012 – per rilanciare il mondo del lavoro e alleviare la disoccupazione giovanile. Così il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, affiancato dall’economista Marco Leonardi, ha annunciato, durante l’incontro con i sindacati che si è tenuto ieri, il nuovo piano del governo in materia di occupazione.

Dal lato dell’impresa si prevedono tagli del 50% dei contributi previdenziali per i primi tre anni a chi assume stabilmente giovani fino a 29 anni. L’obiettivo è quello di raggiungere 300.000 contratti a tempo indeterminato entro il 2018.

Previsto per il 2021 il taglio del 3% del cuneo fiscale, misura che porterà benefici anche alle stesse imprese. I lavoratori, in modo particolare, avranno una busta paga più alta se assunti con un contratto a tutele crescenti, seppur non beneficiando dell’Art. 18.

Non solo, sempre per i giovani Poletti conferma l’investimento di 1,2 miliardi di euro nel programma Garanzia Giovani, lanciato dall’ex premier Matteo Renzi.

Alessio Foderi

Nato a Orbetello nel 1994, cresce nella Maremma Toscana e si trasferisce a Pisa, per frequentare l’università dove, dopo aver trascorso un periodo a Londra, si laurea in traduzione e interpretariato nel Luglio 2016. Oltre le lingue, coltiva molte passioni come la fotografia e il cinema: curioso e determinato, dal 2014 inizia a collaborare con RadioEco.it, prima come blogger e poi come speaker della trasmissione settimanale “Associazioni d’Idee”. Adesso alla Lumsa per inseguire una passione e realizzare un sogno.