HomeCronaca Caso Eitan: mandato di cattura internazionale per il nonno materno

Caso Eitan: mandato
di cattura internazionale
per il nonno materno

Inoltrata anche la richiesta

di estradizione in Italia

di Michela Pagano10 Novembre 2021
10 Novembre 2021

La Procura di Pavia ha emesso due mandati di cattura internazionale per Shmuel Peleg, 63 anni, e Gabriel Abutbul Alon, 50 anni, rispettivamente  il nonno materno del piccolo Eitan e l’ autista dell’uomo. Contemporaneamente è stata inoltrata dalla Procura generale di Milano al ministero della Giustizia la richiesta di estradizione dei due da Israele verso l’Italia.

Peleg e Alon sono sono accusati di aver rapito il piccolo, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. Era l’ 11 settembre quando l’hanno portato a Lugano per poi imbarcarlo su un aereo privato con destinazione Tel Aviv, dopo una serie di contenziosi tra i due rami della famiglia del bambino, quello materno e quello paterno. 

Dopo la morte di entrambi i genitori, Eitan viene affidato alla zia paterna Aya Biran, nominata tutore legale. Decisione che fa scattare l’ostilità del nonno e dell’ex moglie Esther Athen Cohen nei confronti della donna, a cui, secondo la Procura di Pavia, i due avrebbero deciso di sottrarre il piccolo con un “disegno criminoso messo in atto con lucida premeditazione e meticolosa organizzazione”.

Ti potrebbe interessare

Master in giornalismo LUMSA
logo ansa
Carlo Chianura
Direttore delle testate e dei laboratori
Fabio Zavattaro
Direttore scientifico
@Designed & Developed by Bedig