Caso Eitan: mandatodi cattura internazionaleper il nonno materno

Inoltrata anche la richiesta di estradizione in Italia

La Procura di Pavia ha emesso due mandati di cattura internazionale per Shmuel Peleg, 63 anni, e Gabriel Abutbul Alon, 50 anni, rispettivamente  il nonno materno del piccolo Eitan e l’ autista dell’uomo. Contemporaneamente è stata inoltrata dalla Procura generale di Milano al ministero della Giustizia la richiesta di estradizione dei due da Israele verso l’Italia.

Peleg e Alon sono sono accusati di aver rapito il piccolo, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. Era l’ 11 settembre quando l’hanno portato a Lugano per poi imbarcarlo su un aereo privato con destinazione Tel Aviv, dopo una serie di contenziosi tra i due rami della famiglia del bambino, quello materno e quello paterno. 

Dopo la morte di entrambi i genitori, Eitan viene affidato alla zia paterna Aya Biran, nominata tutore legale. Decisione che fa scattare l’ostilità del nonno e dell’ex moglie Esther Athen Cohen nei confronti della donna, a cui, secondo la Procura di Pavia, i due avrebbero deciso di sottrarre il piccolo con un “disegno criminoso messo in atto con lucida premeditazione e meticolosa organizzazione”.