Siria, denuncia dell'Onu"50mila persone ammassatein un campo a est del Paese"

"Morte 84 persone da dicembre 2018" Unicef: "ogni 5 giorni muore un bambino"

Peggiora giorno dopo giorno la situazione dei campi profughi siriani in cui cercano riparo coloro che fuggono dalla guerra fra le forze curdo-siriane e i miliziani dell’Isis.

Secondo un documento Onu solo nell’ultima settimana circa 50mila persone si sono rifugiate in un campo ad est della Siria già in stato di sovraffollamento; 13mila persone, per lo più donne e bambini, sono giunti nel campo di al Hol, vicino al confine con l’Iraq, nella regione siriana di Hasake.

Fonti concordanti citate dall’Onu riferiscono della morte da dicembre a oggi di 84 persone, due terzi dei quali bambini con meno di cinque anni, durante il loro viaggio di fuga per raggiungere al Hol.

Anche l’Unicef ha denunciato la morte di dodici bambini dall’inizio dell’anno per le disperate condizioni del campo per sfollati di Rukban nel sud della Siria al confine con la Giordania.

Giuseppe Galletta

Nato a Messina il 2 Giugno 1988. Dopo la maturità scientifica conclude gli studi presso l’Università di Messina conseguendo la laurea in Giurisprudenza arricchita dalla frequentazione della Scuola di Specializzazione per le professioni legali. Nel 2018 entra a far parte del Master di Giornalismo presso l’Università Lumsa di Roma.