Corruzione elettorale Scambiavano cibo per votiIndagato anche deputato Fi

Fermati gli imprenditori locali Mario Giorgi e Calogero Luppino

Pacchi di generi alimentari in cambio di voti: così gli imprenditori Mario Giorgi e Calogero Luppino avrebbero comprato le preferenze elettorali a favore di Stefano Pellegrino, il deputato regionale di Forza Italia eletto alle ultime elezioni comunali di Campobello di Mazara, con oltre 7mila voti.

La vicenda emerge nell’inchiesta per mafia a carico di Giorgi e Luppino: i due sono stati fermati oggi dai carabinieri di Trapani, insieme all’imprenditore Francesco Canalotto. Inoltre, è stato notificato anche un avviso di garanzia con invito a comparire per Pellegrino, indagato di corruzione elettorale. Intercettato, Giorgi ha ammesso che in cambio della promessa di voto per Pellegrino avrebbe consegnato pacchi di spesa a tutti gli abitanti delle case popolari.

Diana Sarti

Nata a Roma nel 1995, si è laureata in scienze politiche alla Luiss. Scrive soprattutto per il web, con particolare attenzione agli esteri. Appassionata di teatro e Giochi olimpici, ha scritto spesso di nuoto e atletica leggera. Viaggiatrice da sempre e poliglotta, parla cinque lingue.