Legge "Spazzacorrotti"L'anticorruzione dell'Uesi congratula con l'Italia

Per il segretario del Greco Esposito "Progressi importanti ma molto da fare"

Il Greco – Groupe d’Etats contre la Corruption (l’organo anti corruzione del Consiglio d’Europa) – elogia i progressi del nostro Paese con l’entrata in vigore della legge “spazzacorrotti” e lo fa attraverso le parole all’ANSA del segretario esecutivo del Greco Gianluca Esposito: “Con l’entrata in vigore della legge – spiega Esposito – l’Italia ha compiuto progressi importanti sull’incriminazione dei casi di corruzione e sul finanziamento dei partiti politici”.

Le dichiarazioni del Greco vengono riportate anche nel rapporto finale di valutazione, con cui l’organismo “si congratula con il Paese per gli sforzi compiuti per allineare la legislazione nazionale a quanto prescritto nella convenzione penale sulla corruzione del Consiglio d’Europa”. Tuttavia l’allerta resta alta, visto che l’organismo sottolinea che “molto resta da fare sul fronte del controllo dei finanziamenti alla politica”.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.