Emergenza coronavirusAumentano i ricoverial vaglio nuove misure

Il Senato approva il decreto sul pass terminato l'antibiotico usato in Italia

Sono 48.430.245 le persone in Italia con almeno una dose di vaccino anti-covid, pari al 89,67 % della popolazione over 12. Secondo le ultime rilevazioni della fondazione Gimbe, infatti, i nuovi vaccinati aumentano del 62,1% in una settimana, ma l’obbligo vaccinale agli over-50 “al momento non ha sortito grandi effetti, visto che in questa fascia i nuovi vaccinati sono solo 73.690”. La fondazione parla anche di “misure insufficienti a frenare la salita dei contagi”. Nell’ultima settimana i casi sono infatti aumentati del 49%. Continua poi a crescere la pressione sugli ospedali sia nei reparti di area medica che nelle intensive. Gimbe evidenzia l’incremento del 31% dei ricoveri di pazienti Covid-19 con sintomi e del 20,5% delle terapie intensive, mentre aumentano del 35,4% i decessi.

Le nuove  misure del governo
Il Senato ha approvato il decreto Covid che disciplina anche il green pass rafforzato. Ora passerà alla Camera per la conversione in legge. È stato inoltre approvato l’odg che impegna il governo a garantire più fondi per gli indennizzi a chi ha riportato danni irreversibili dai vaccini e per i tamponi nelle parafarmacie. È in arrivo poi un Dpcm con le eccezioni all’obbligo di esibire il green pass: supermercato, farmacia, ospedale, ambulatorio del medico di base o veterinario.

Finito in Italia l’antibiotico più usato
Da giorni non si trova più nelle farmacie italiane lo Zitromax, l’antibiotico più utilizzato per i malati di Covid sia a casa che in ospedale. A mancare sarebbe la molecola necessaria per la produzione del farmaco che viene prescritto in associazione con antiinfiammatori. La difficoltà nel reperimento è dovuta all’enorme utilizzo negli ultimi due mesi legato all’aumento dei contagi e probabilmente all’accaparramento anche da parte di chi non ha contratto la malattia ma ha timore del contagio.

Enrico Scoccimarro

Laureato in Scienze politiche e sociali a Torino con una tesi sulla violenza di genere, frequento il master in giornalismo LUMSA dal 2020. Amo osservare le realtà che mi circondano e capirne il significato. Ho trattato nei miei articoli questioni di genere, antisessismo in generale e sport. Le mie passioni più grandi sono la cultura greca, il calcio e la cucina.