È mistero sul ritrovamento del cadavere di Villa Pamphili

Villa-Pamphili

Avvolto nel mistero il ritrovamento, avvenuto ieri sera, del cadavere di un uomo nella serra di Villa Pamphili da parte di un vigile urbano libero dal servizio. Il corpo della vittima, che non è stato ancora identificato, è stato trovato in avanzato stato di decomposizione. La polizia, per raccogliere i primi indizi, ha già iniziato a interrogare i senzatetto che frequentano il parco. Dalle prime indiscrezioni la morte potrebbe risalire addirittura a una ventina di giorni fa.
Ancora incerte le dinamiche che hanno portato alla morte dell’uomo. Da una prima ispezione sul corpo, non sono stati riscontrati evidenti segni di violenza. La salma dell’uomo, presumibilmente un clochard che risiedeva nella serra dove è stato trovato cadavere, è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha disposto l’autopsia. Al momento gli investigatori non escludono nessuna ipotesi, dalla morte naturale all’omicidio.

Renato Paone

Renato Paone

Nato a Carpi (Mo) il 16 luglio 1986, si è laureato in Scienze Storico–Religiose presso La Sapienza di Roma. Nel 2007 ha iniziato a collaborare con il quotidiano “Il Corriere Laziale” ottenendo, al termine del biennio, il tesserino da pubblicista. Ha proseguito la sua attività giornalistica scrivendo su alcune riviste on line, interessandosi prevalentemente di politica estera, Medio Oriente, Asia e Africa, e pubblicando il suo primo libro, “Jihad e Stampa Cattolica”, nel settembre del 2013.