Elezioni, male Pdl e Lega. Alfano ammette la sconfitta, il Pd tiene, esultano i grillini

Si chiude il primo turno delle elezioni amministrative e dopo la pubblicazione dei risultati arrivano i commenti dei leader. I punti fondamentali: affluenza in calo, crollo di Pdl e Lega e boom dei grillini. Rispetto alle precedenti elezioni, nel 2007, aumenta l’astensionismo che sale fino al 35 %. Al termine degli scrutini il centrosinistra è avanti a Genova, Parma, L’Aquila e in molti altri comuni. Pier Luigi Bersani, segretario del Pd, commenta così i risultati del primo turno: “Dal voto emerge un nettissimo rafforzamento del Pd e del centrosinistra”. Il Pdl perde in tutte le piazze principali, in particolare a Palermo dove il candidato sindaco Leoluca Orlando, appartenente all’Idv, se la vedrà al ballottaggio contro il candidato del Pd, Fabrizio Ferrandelli, per un’elezione tutta interna al centrosinistra. Le prime dichiarazioni di Angelino Alfano, segretario del Pdl, sono amare: “Nessuno può festeggiare, c’è stata una sconfitta ma non una catastrofe come quella che si vuole attribuire al Pdl”.

Il calo della Lega (che però trionfa a Verona). Il candidato uscente veronese, Flavio Tosi, ha ottenuto la riconferma col 57,4 %. Una vittoria che, dopo le vicende degli ultimi tempi che hanno sconvolto il partito di Bossi, ha riportato un po’ di serenità nella Lega. Secondo Roberto Maroni, esponente di spicco del partito, “Il successo di Verona segna una fase nuova”. Quello della città veneta è però l’unica nota positiva in una tornata fallimentare. La Lega, infatti, perde Monza e ottiene risultati deludenti in tutti gli altri seggi.

Ma il vero successo va al Movimento 5 Stelle. I risultati della prima tornata elettorale non possono che consegnare al partito fondato da Beppe Grillo il ruolo di protagonista assoluto. In tutte le località in cui si è votato era presente una lista del movimento. A Parma il candidato sindaco, Federico Pizzarotti, andrà al ballottaggio con quasi il 20% dei voti mentre a Genova il Movimento 5 stelle è ufficialmente il secondo partito. Grillo conquista già una poltrona: nel vicentino Roberto Castiglion è diventato il nuovo sindaco di Sarego, piccola cittadina dove Bossi inaugurò il parlamento padano. Il comico ligure ha commentato i risultati sulle pagine del suo blog: “È un cambiamento epocale ed è solo l’inizio”.

Domenico Cavazzino