Elezioni in Umbria, M5Spropone la sindaca di AssisiMa i Dem si oppongono

Di Maio punta su Stefania Proietti Dopo il no di Cucinelli e Catia Bastioli

È il sindaco di Assisi Stefania Proietti l’ultima proposta dei 5 Stelle per la corsa alla presidenza della Regione Umbria. Dopo il No dell’imprenditore del cashmere Brunello Cucinelli e il rifiuto del patron di Novamont (azienda leader nel settore delle bioplastiche) Catia Bastioli, Di Maio lancia l’ultimatum al Pd sul nome del candidato. “Ci aspettiamo una risposta, perché non c’è più tempo”, ha scritto il capo politico dei 5 Stelle in un post apparso stamattina sul Blog delle Stelle. Il capo polito dei 5 stelle accelera anche sulle riforme su cui si deve concentrare l’esecutivo: “La prima prova di questo Governo è il taglio dei parlamentari. Va fatto nelle prime due settimane di ottobre”.

Sul nome di Proietti, però, al momento il Pd fa muro. I dem ufficialmente si oppongono perché “i sindaci che guidano le città non possono lasciare le stesse senza guida anni prima della fine del mandato”, ma sembra un pretesto. In realtà la ragione è che dal Pd ritengono il nome di Proietti inferiore a quello del loro candidato Andrea Fora, giovane leader della Confcooperative locale, con in dote 30mila iscritti e 100mila voti potenziali.

Intanto, oggi gli iscritti al Movimento 5 stelle voteranno sulla piattaforma Rousseau fino alle ore 19 se approvare o meno il “Patto civico per l’Umbria”, annunciato domenica scorsa da Luigi Di Maio in una lettera al Quotidiano Nazionale. Si tratta dell’accordo con il Pd in vista delle Regionali del 27 ottobre.

Dalla sua proclamazione nel 1970 sino ad oggi, i presidenti della Regione Umbria sono stati tutti di sinistra. Stavolta, il rischio di una vittoria del centrodestra appare sempre più concreta, dopo la serie ininterrotta di vittorie in tutte le elezioni locali celebrate nell’ultimo anno e mezzo da parte di Salvini, l’inchiesta sulla sanità che ha portato alle dimissioni della governatrice pd Katiuscia Marini e le difficoltà di un’intesa tra Pd e 5 Stelle.

A sette giorni del termine ultimo per la presentazione delle liste, i tempi stringono.

Alessandro Rosi

Il basket lo appassiona mentre la scrittura lo emoziona. Nato a Roma nel 1989, intraprende la carriera giuridica fino ad ottenere l’abilitazione alla professione forense, ma nel frattempo viene stregato dal mondo del giornalismo. Come dice John Lennon: “La vita è ciò che ti succede mentre stai facendo altri progetti”.