Omicidio a BresciaDonna ucraina scompare sospettato il convivente

La polizia scientifica indaga Ritrovato tappeto sporco di sangue

Questa mattina la Procura di Brescia ha incaricato la polizia scientifica di effettuare accertamenti nell’abitazione del cittadino sessantenne di origine serba, dopo la scomparsa della sua convivente.

L’uomo in questione è indagato con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Il corpo oggetto del mistero, apparteneva alla sua ex convivente, una donna ucraina di 42 anni scomparsa da diversi giorni.

A destare sospetti il ritrovamento di un tappetto, di cui il serbo aveva intenzione di sbarazzarsi e su cui sono state ritrovate tracce di sangue e capelli. Il sospettato si proclama estraneo ai fatti, continuando a negare ogni accusa. Alla medicina legale degli Spedali Civili di Brescia spetta ora il responso e il compito di confermare se le tracce siano effettivamente di sangue e se i capelli ritrovati, appartengano realmente alla vittima.