Governo lavora alla manovra:pensione, fisco e cuneo Previsto per domani il Cdm

Scontro tra partiti sul Reddito Attesa nuova cabina di regia

Dopo un weekend di riunioni il governo stringe sulla manovra economica. Revisione del reddito di cittadinanza, riforme degli ammortizzatori sociali e del fisco e il taglio del cuneo. Sono questi i temi centrali su cui i partiti si stanno scontrando. Tra tutti il nodo principale è il Reddito di cittadinanza: Lega, Fratelli d’Italia e Italia Viva vorrebbero modificarlo e anche il Pd chiede delle correzioni. Al contrario, Il Movimento Cinque Stelle non vuole che si cambi nulla. “Mettere in discussione il reddito di cittadinanza è fuori dal tempo. Se poi parliamo di come far sì che la parte di occupabili possa più facilmente trovare una nuova occupazione siamo disponibilissimi a ragionare” ha dichiarato il ministro pentastellato, Stefano Patuanelli.

Intanto è atteso martedì in Consiglio dei ministri il Documento programmatico di Bilancio, che successivamente dovrà essere inviato a Buxelles. “Con il consolidamento della ripresa oggi possiamo guardare al futuro con cauto ottimismo – ha dichiarato il ministro dell’Economia, Daniele Franco – ma dobbiamo continuare a sostenere le nostre economie perché c’è ancora molta incertezza all’orizzonte”. Nella giornata di oggi proseguono le riunioni per comporre il documento e parallelamente c’è anche la stesura delle norme sulla Legge di Bilancio, che dovrà ricevere l’approvazione in un Cdm successivo. I tempi stringono tanto che lo stesso ministro dell’Economia ha ridotto al minimo i suoi impegni per non togliere spazio ai dossier. Prima del varo del Documento sarà probabilmente convocata una cabina di regia.

Paola Palazzo

Laureata in Culture della moda nella Facoltà di lettere e beni culturali all'Università di Bologna. Frequento il Master di 1° livello in Giornalismo alla LUMSA di Roma.