Green pass, rubate chiaviper generare i certificatiCodici subito annullati

Figliuolo: "Obiettivo 90% di vaccinati" Gimbe: "27% di studenti senza dose"

In Europa scatta l’allarme per il furto di alcune chiavi che consentono la generazione del green pass. Secondo quanto apprende l’Ansa da fonti qualificate italiane, i codici sarebbero stati diffusi in rete per creare certificati falsi, che sono stati subito annullati. Dai primi accertamenti effettuati non risultano attacchi informatici alla Sogei, la società del ministero dell’Economia che per l’Italia fornisce i codici per i pass. L’attacco non sarebbe quindi avvenuto in Italia. Nella tarda serata di ieri inoltre, è stato pubblicato su Twitter un certificato intestato ad Adolf Hitler, che risultava valido ad un controllo con l’app “Verifica C19.

La campagna vaccinale nel nostro Paese “ha portato in pochi mesi a proteggere oltre l’86% della popolazione over 12” dichiara il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, ricordando che ora l’obiettivo della campagna è “è raggiungere il 90% dei vaccinati”.

Sono ancora molte però le persone che non hanno aderito alla campagna. Secondo il report della Fondazione Gimbe 25 ottobre 2021 il 67,2% della popolazione 12-19 anni ha completato il ciclo, mentre i non vaccinati sono il 27,3%.

Non si ferma intanto la discussione sulla terza dose a tutti. Sulla questione è intervenuto il consigliere del commissario Figliuolo, Guido Rasi, che in un’intervista al Corriere della Sera ha dichiarato come in questo momento sia prioritario fare il richiamo per gli over 60.

Alessio Brandimarte

Mi chiamo Alessio Brandimarte, ho 23 anni e vengo da Roma. Laureatomi in scienze politiche alla LUISS nel 2019, ho iniziato a scrivere di sport per la rivista online LifeFactoryMagazine.