Luigi Di Maio in una foto d'archivio. ANSA/ ANGELO CARCONI

Iacopino risponde a Di Maio“No a liste di proscrizionevaluteremo segnalazioni"

Il presidente dell'Ordine Giornalisti invita l'esponente M5S a un incontro

Luigi Di Maio, vice presidente della Camera dei Deputati ed esponente del M5S, ha inviato ieri una lettera al presidente dell’Ordine dei Giornalisti in cui comunica una lista di interventi e giornalisti che avrebbero compiuto delle azioni diffamatorie. Fra questi vengono citati Emiliano Fittipaldi, Fiorenza Sarzanini, Carlo Bonini, Alessandro Sallusti. Pur accogliendo il legittimo diritto di Di Maio, Vincenzo Iacopino ha replicato all’intervento, postato anche sui social.

«Invito l’onorevole a far sì che gli esponenti del M5S non proseguano in una azione di demonizzazione generalizzata dei giornalisti, manifestandogli il timore che questo clima possa determinare conseguenze dolorose che questo nostro Paese ha già subito in anni non lontani» ha scritto Vincenzo Iacopino, invitando anche ad un incontro lo stesso Di Maio. La scelta di citare i nomi sarebbe per Iacopino «una vera e propria lista di proscrizione con una messa all’indice che rischia di vanificare le buone intenzioni di seguire le procedure previste dalle norme interne all’Odg».

Alessio Foderi

Nato a Orbetello nel 1994, cresce nella Maremma Toscana e si trasferisce a Pisa, per frequentare l’università dove, dopo aver trascorso un periodo a Londra, si laurea in traduzione e interpretariato nel Luglio 2016. Oltre le lingue, coltiva molte passioni come la fotografia e il cinema: curioso e determinato, dal 2014 inizia a collaborare con RadioEco.it, prima come blogger e poi come speaker della trasmissione settimanale “Associazioni d’Idee”. Adesso alla Lumsa per inseguire una passione e realizzare un sogno.