Foto Pixabay

In Italia boom di interventidi chirurgia plasticaÈ l’ottavo Paese al mondo

Mastoplastica additiva, acido ialuronico e botox tra le procedure più comuni

Nella classifica mondiale delle procedure mediche cosmetiche e degli interventi di chirurgia plastica l’Italia è all’ottavo posto. A precederla Stati Uniti, Brasile, Germania, Giappone, Turchia, Messico e Argentina. Gli Stati Uniti primeggiano per numero di procedure non chirurgiche con quasi 6 milioni di interventi mentre il Brasile, con più di 2 milioni, ha il primato per numero di procedure chirurgiche.
Secondo i dati dell’ International Society of Aesthetic Plastic Surgery (ISAPS) in Italia sono stati eseguiti 747.391 trattamenti estetici nel 2022. Gli interventi chirurgici sono stati 262.556. Le cinque procedure più comuni sono state la mastoplastica, seguita da blefaroplastica, liposuzione, trattamenti labbra e area periorale e rinoplastica.
Le procedure non chirurgiche sono state 484.834. Tra le procedure più comuni l’acido ialuronico, tossina botulinica, peeling chimico, epilazione e trattamenti anticellulite.
L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (AICPE), partendo dai dati dell’ISAPS, ha fatto una riflessione su alcune tendenze relative all’anno 2020 per provare a capire come ha inciso la pandemia sui numeri della chirurgia plastica estetica. L’AICPE ha notato una flessione generale del settore rispetto all’anno pre pandemia, nel 2019, con un -10% per le pratiche chirurgiche e un aumento del 5,7% per quelle non chirurgiche. Nel 2020, infatti, sono state effettuate in totale circa 830.868 procedure estetiche (nel 2019 erano 1.088.704).
Considerando le tendenze relative all’anno 2020 tra gli interventi chirurgici la mastoplastica additiva si è confermata l’intervento di chirurgia plastica ai fini estetici più richiesto, rappresentando il 16% delle procedure estetiche realizzate in Italia. Gli interventi per aumentare il seno sono stati i più richiesti dalle donne, in particolare nella fascia di età 19-34 anni, mentre la blefaroplastica è rimasta la procedura più richiesta dai pazienti uomini. Tra le procedure non chirurgiche, invece, anche nel 2020 tossina botulinica e acido ialuronico erano gli iniettivi più richiesti, in particolare nella fascia d’età 35-50 anni.

Silvia Longo

Classe 1996. Lucana. Dopo una laurea triennale e magistrale in Relazioni Internazionali qui per coltivare una passione che ho da sempre: scandagliare la realtà e tradurre in parole fatti ed emozioni.