Inchiesta sulle bancheCasini: "Sarà spiacevole ma necessario fare luce"

Annunciata l'audizione di Ignazio Visco "Il tema non diventi terreno di scontro"

“Fare luce comporta chiarimenti spiacevoli, ma non possiamo nemmeno recitare la parte di Alice nel paese delle meraviglie. Scaricarne la colpa sulla Commissione d’inchiesta sarebbe troppo facile e comodo per tutti”. Lo ha detto Pierferdinando Casini, presidente della Commissione parlamentare sulle crisi bancarie, in un’intervista pubblicata oggi su La Stampa.

“La linea della Commissione – spiega Casini – è quella di approfondire le crisi bancarie partendo dalle più recenti e procedendo a ritroso”. Ci sarà anche l’audizione di Ignazio Visco. “Mi sembra difficile che questa Commissione possa concludere i lavori senza nemmeno aver sentito il governatore di Bankitalia e il presidente della Consob. Ascolteremo entrambi – aggiunge Casini – ma prima occorre che tutti gli aspetti da chiarire siano già sul tavolo, adesso sarebbe prematuro. Siamo al lavoro per evitare che l’accertamento dei fatti diventi terreno di scontro in campagna elettorale”.

Dino Cardarelli

Trentatrè anni, marsicano, laureato in Comunicazione all’Università di Teramo, città in cui muove i primi passi nel giornalismo, collaborando con testate cartacee ed online locali. Pubblicista dal 2009, iscritto nell’Ordine abruzzese, vuole continuare ad inseguire il suo sogno: realizzarsi come cronista sportivo.