Insulti social a Mattarellaindaga la Procura di RomaHaters rischiano carcere

Perquisizioni in tutta Italia Sequestrati smartphone e computer

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato offeso e minacciato sui social nella primavera scorsa, in pieno lockdown nazionale. La Procura di Roma ha disposto perquisizioni in tutta Italia e dieci persone risultano già inserite nel registro degli indagati. Gli agenti della Digos stanno effettuando l’attività istruttoria in varie città d’Italia: in mattinata infatti gli investigatori della squadra mobile e della polizia postale hanno eseguito perquisizioni a carico di 10 indagati in tutto il Paese, da Genova a Bari. Gli investigatori hanno sequestrato smartphone e dispositivi informatici e alcuni accertamenti sono ancora in corso.

A condurre l’indagine il Procuratore di Roma Michele Prestipino, che ipotizza il reato di offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato: gli haters rischiano da uno a cinque anni di carcere.

Antonio Contu

Nasco a Cagliari il 19/09/1996. Ho conseguito la maturità classica nella mia città e successivamente ho preso un volo di sola andata verso Roma per la laurea triennale. Curioso fin da bambino, le mie prime parole sono state "che cos'è?", sono da sempre appassionato al mondo giornalistico, soprattutto quello moderno. Amo scrivere e parlare di calcio. Da novembre 2020 frequento il Master in Giornalismo della Lumsa.