Liste Partito DemocraticoRenzi difende le candidatureLetta: “Corsa verso abisso"

Latorre: "Seguita logica di spartizione" Prodi sulla legge elettorale: "sciagura"

Tira dritto, Matteo Renzi. Tra polemiche e malumori, il segretario del partito democratico difende le sue scelte sulle liste per le prossime elezioni e invita tutti a mettersi al lavoro in vista del 4 marzo. Intanto, piovono critiche da Enrico Letta, che si dice “attonito” per quanto accaduto e parla di “vicenda dai contorni tragici” e di “incredibile corsa verso l’abisso”. L’ex presidente del Consiglio inoltre sottolinea: “Sono state giornate terribili per il partito. Un regalo immeritato a Berlusconi e ai Cinque Stelle”. Nicola Latorre, invece, escluso dalle liste, parla di “logica della spartizione, seguendo il criterio delle fedeltà”. L’attuale presidente della commissione Difesa al Senato definisce il duello con la minoranza come di ‘una sceneggiata”. Duro il commento di Romano Prodi: “Questa legge elettorale non è un’occasione persa, è una sciagura

Valerio Cassetta

Nato a Roma il 26 agosto 1990, è iscritto all’Albo dei Giornalisti dal 2012 nell'elenco dei pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Lumsa di Roma nel 2015, collabora con "Il Messaggero" per la redazione sportiva. Inviato e reporter radio-televisivo.