Macron dice no al petrolioPresentata oggi la leggeproposta in fase elettorale

Critico il quotidiano Le Parisien “promessa squisitamente simbolica”

Emmanuel Macron procede spedito nell’attuazione del suo programma elettorale. Come promesso durante la corsa all’Eliseo, il leader di En Marche! punta a fermare la produzione di petrolio nel territorio francese.

Oggi, durante il Consiglio, il ministro dell’Ambiente Nicolas Hulot ha presentato il progetto di legge a riguardo.  L’idea è quella di vietare la produzione di idrocarburi in Francia e nei territori francesi d’oltremare entro il 2040 bloccando ogni nuovo permesso di ricerche di petrolio o gas. Inoltre, le concessioni esistenti non saranno rinnovate entro il 2040. La produzione nazionale, dunque, dovrebbe volgere a termine per quella data.

Ma, secondo il quotidiano Le Parsien, si tratta di una “promessa squisitamente simbolica”. Nel 2016, infatti, la produzione francese di idrocarburi ha rappresentato appena l’1% dei consumi transalpini.  Attualmente in Francia i giacimenti petroliferi ancora in funzione sono 63. Circa 1.500 gli impieghi diretti.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.