Draghi a Confindustria"Il governo non alzeràle tasse, ma fate di più"

In arrivo una legge sulla concorrenza probabile stop alla difesa delle rendite

“Se riusciamo a tenere sotto controllo i contagi, potremo allentare le restrizioni ancora in vigore. Il green pass è uno strumento di libertà”. A ottobre “intendiamo approvare un provvedimento sulla concorrenza. Il governo non alzerà le tasse, i soldi ora si danno e non si prendono”. Questi alcuni passaggi del primo discorso all’Assemblea di Confindustria del premier Mario Draghi.

Le parole di Draghi sulla crescita del Pil

Il Presidente del Consiglio, che nel suo intervento ha sottolineato la crescita del 6% del Pil, ha ammesso che la sfida del governo è “una crescita post-Covid duratura”. Per farlo bisogna “evitare che i contagi aumentino”. Solo proseguendo con la campagna vaccinale e il green pass, che è uno strumento di libertà, si potranno scongiurare restrizioni e chiusure. Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, invece nel suo intervento d’apertura, aveva chiesto di “non enfatizzare il rimbalzo” economico.

A ottobre una legge sulla concorrenza

Draghi annuncia che nel mese di ottobre il governo intende approvare “un provvedimento che dia impulso alla concorrenza”. Perché “il rafforzamento dell’economia passa attraverso l’apertura dei mercati e non la difesa delle rendite. Il governo non ha intenzione di aumentare le tasse. In questo momento i soldi si danno e non si prendono. Sediamoci tutti insieme” – dice riferendosi agli industriali e sindacati Mario Draghi – “per un patto economico e sociale. Vi chiedo di fare di più, non tiratevi fuori. Serve unità per non aggiungere incertezza”.

L’Assemblea di Confindustria

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del Covid ha aperto l’Assemblea 2021 di Confindustria. Nel suo intervento Bonomi ha detto: “Ci auguriamo che il premier Mario Draghi continui a lungo nella sua attuale esperienza,  senza che i partiti attentino alla tenuta del governo”.

 

Gabriele Crispo

Sono Gabriele Crispo, ho 27 anni e sono laureato in giurisprudenza. Ho conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication e svolto per un periodo la pratica forense.