Decreto Milleproroghebocciato emendamentosulla cannabis light

Gasparri: "Inammissibilità era evidente" In serata riunione per eventuali ricorsi

Quasi 800 emendamenti al decreto Milleproroghe sono stati bocciati questa mattina dalla presidenza delle commissioni riunite di Affari costituzionali e Bilancio della Camera. Tra gli emendamenti non approvati c’è anche quello che chiedeva la liberalizzazione della cannabis light, firmato da circa trenta parlamentari tra Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico, Leu e +Europa. Anche il provvedimento che avrebbe modificato il sistema di finanziamento di Coni e Sport e Salute non ha passato la prova delle commissioni riunite.

“Solo dei somari potevano proporre nel Milleproroghe un emendamento sulla cannabis light”, ha dichiaro il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. “Era evidente – spiega Gasparri – che l’emendamento sarebbe stato dichiarato inammissibile per estraneità di materia”. In serata c’è attesa per una riunione per decidere su eventuali ricorsi contro il giudizio di inammissibilità.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.