Monte Paschi di Siena
La Fondazione nomina Falciai
Titolo guadagna più del 10%

Dopo settimane confortanti
prosegue la corsa della Banca senese

La fondazione della banca più longeva al mondo nomina Alessandro Falciai, Presidente Montepaschi. Risultato che fa schizzare il titolo a più del 12% e frutto  di un accordo tra Millenium, Axa e la stessa fondazione, soci ai quali appartiene il 7% del capitale dell’Istituto.

Nota per la sua vocazione assistenziale, nonché proprietaria di numerose opere d’ arte, la Fondazione con  Falciai (laureato in Ingegneria Aerospaziale), già consigliere per anni  nonché  presidente del comitato nomine, ha giocato sul sicuro e i numeri confermano. La corsa della Banca Senese prosegue positivamente e dopo settimane confortanti, vi è stata una crescita del titolo di più 56% in soli 7 giorni, a fine Ottobre, sono questi  mesi decisivi per il futuro dell’ Istituto.

Innanzitutto si attende  il  24 novembre.  L’Assemblea dovrà approvare o meno  l’aumento di capitale fino a un massimo di 5 miliardi. Operazione necessaria per rispettare i requisiti patrimoniali imposti dalla Bce.

Rilevanti anche gli sviluppi della politica di Governo, il quale a Luglio e’ entrato formalmente nel capitale sociale della banca  acquisendone il 4% e quelli del  lavoro    degli advisors Jp Morgan e Medio-banca.

Impegno comune  dunque per scongiurare definitivamente l’ipotesi  di bail in letteralmente “garanzia interna” , tecnicamente  la partecipazione di azionisti e obbligazionisti al salvataggio  dopo il ricevimento di aiuti statali da parte della Banca.   Bail In particolarmente pericoloso in un paese come l’Italia dove i risparmiatori privati  sono spesso invitati da parte delle banche all’acquisto di titoli dei quali non conoscono il valore.

 Riguardo l’acquisizione di titoli anche Renzi dalla Leopolda ha  incitato  i grandi gruppi all’ acquisizione, sottolineando  invece di non essersi rivolto ai risparmiatori  privati  per i quali invece si auspica tutela. 

E sempre  dalla Leopolda il premier ottimista conclude “ Monte Paschi  e’ protagonista di un grande passato cosi’ come lo sara’   in  futuro.”

Da oggi  spetterà a Falciai renderlo straordinario.