Morto il professor Aiutipioniere lotta all'aidsProcura ipotizza il suicidio

Immunologo di fama mondiale nel '91 baciò in bocca donna con Hiv

È morto ieri a Roma l’“uomo del bacio”. Era conosciuto così Fernando Aiuti, immunologo di fama mondiale, pioniere nella lotta all’Aids e fondatore di Anlaids. È scomparso ieri a 83 anni al policlinico Gemelli, dove era ricoverato per problemi di cuore, a seguito dei traumi riportati dopo essere caduto dalle scale. La procura indaga sull’ipotesi suicidio.

Tra i massimi esperti di malattie infettive in Italia, il professor Aiuti è rimasto celebre per aver baciato in bocca a favor di telecamere Rosaria Iardino, una ragazza sieropositiva, per dimostrare all’opinion pubblica che anche un bacio profondo non trasmette l’Aids.

“Il nostro bacio altro non era che un grido e un richiamo al coraggio di parlare di Aids, di andare avanti con lo studio e con la ricerca, di informare e di curarsi. Grazie Fernando, per alcuni di noi sarai eterno” ha dichiarato Iardino. “La scienza oggi piange un grande uomo”, il saluto del ministro della Salute Giulia Grillo.

Federico Marconi

Roma, 1993. Dopo la maturità scientifica abbandona i numeri per passare alle lettere: prima di approdare alla Lumsa studia storia contemporanea a La Sapienza e giornalismo alla Fondazione Basso. Ha prodotto un web-doc per ilfattoquotidiano.it e collabora con L’Espresso