Omicidio Luca Sacchi, Il padre contro Anastasiya"Forse nasconde qualcosa"

Alfonso Sacchi parla al Messaggero: "Perché nell'aggressione spostò l'auto?"

Non riesce a dormire Alfonso Sacchi, il padre di Luca, ucciso il 23 ottobre a Roma, davanti al John Cabot pub. “Perché mio figlio è stato ammazzato?”, continua a chiedersi l’uomo, ma una risposta ancora non ce l’ha, nonostante Valerio Del Grosso e il suo complice Paolo Pirino siano in carcere con l’accusa di omicidio.

In un’intervista a Il Messaggero, il papà del ventiquattrenne parla della compagna di Luca, Anastasyia, che “probabilmente sta nascondendo qualcosa, visti i suoi comportamenti”, ma parla anche dell’ex compagno di classe del figlio Giovanni Princi, che aveva spostato la macchina della fidanzata di Luca, dopo il suo ferimento: “Doveva nascondere qualcosa, è l’unica spiegazione. Anche perché, in quel contesto, avrebbe dovuto pensare a Luca. Penso che un amico – conclude Alfonso Sacchi – si sarebbe comportato diversamente. L’amicizia è un’altra cosa”.

Mariacristina Ponti

Mariacristina Ponti nasce in Sardegna nel lontano 1992, dopo un diploma al liceo scientifico, decide di conoscere il mondo e di trasferirsi a Padova e, successivamente, a Roma. Le sue passioni sono la politica, il calcio, i nuotatori e la musica indie, ma solo quella vera. E Guccini, ovviamente.