Ordine di arresto
per una combattente dell’Isis
dal 2014 in Siria

È un'albanese residente in Italia
La scomparsa denunciata dal marito

Aveva abbandonato il marito e le due figlie per andare in Siria, con il figlio minore, ad arruolarsi fra i combattenti dell’Isis, la donna albanese residente in provincia di Lecco e per la quale è scattato ora un ordine di arresto. A dare impulso alle ricerche era stato il marito, denunciandone la scomparsa ai carabinieri. Le indagini condotte dal Ros e coordinate dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Alessandro Gobbis, hanno così confermato il percorso di radicalizzazione seguito dalla partenza per la Siria. Il 28 novembre Manuela Scudieri, gip di Milano, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti della “combattente” per associazione a delinquere con finalità di terrorismo internazionale.