Roma, tre pacchi bombaesplosi in poche oreFerite tre persone

Due plichi esplosi in abitazioni private Uno nel centro smistamento di Fiumicino

A Roma tre pacchi bomba sono esplosi nelle ultime ore, ferendo altrettante persone. Il primo nel centro di smistamento postale di Fiumicino dove a rimanere contuso è stato un uomo: il plico era indirizzato ad un’epidemiologa ex dipendente dell’Università di Tor Vergata.

Altre due esplosioni sono avvenute a Fidene, in provincia di Roma, e in via Fusco, zona Balduina. Le bombe hanno ferito due donne, di 54 e 58, anni al volto e alle mani. Entrambe sono state immediatamente ricoverate all’Umberto Primo e al policlinico Gemelli.

Sugli episodi indagano la Digos della questura di Roma e i carabinieri. Al momento non risultano esserci state delle rivendicazioni. L’allerta è massima: si teme infatti che possano esserci altri pacchi bomba in circolazione.

Secondo quanto si apprende da fonti investigative, i tre ordigni sarebbero apparentemente identici e questo farebbe pensare che a confezionarli sia stata una sola mano, anche se saranno gli esami scientifici a confermare l’ipotesi.

Giuseppe Galletta

Nato a Messina il 2 Giugno 1988. Dopo la maturità scientifica conclude gli studi presso l’Università di Messina conseguendo la laurea in Giurisprudenza arricchita dalla frequentazione della Scuola di Specializzazione per le professioni legali. Nel 2018 entra a far parte del Master di Giornalismo presso l’Università Lumsa di Roma.