Il Papa telefona in diretta
“Buon natale cristiano”
sorpresa a “Unomattina”

"Necessario capovolgere i valori mondani"
Tante le telefonate di Bergoglio in questi anni

Il Papa è intervenuto a sorpresa stamane durante la diretta della trasmissione “Unomattina”, augurando a tutti un «natale cristiano». Che sia un natale «come è stato fatto il primo, quando Dio ha voluto capovolgere i valori del mondo: si è fatto piccolo in una stalla» si augura Bergoglio. Francesco si appella a quella «piccolezza» propria di poveri ed emarginati «in questo mondo dove si adora tanto il Dio denaro». Ecco il senso di queste feste: che il «natale ci aiuti a guardare la piccolezza di questo Dio che ha capovolto i valori mondani».

Bergoglio ama le telefonate: «Quando uno chiama è perché ha voglia di parlare, ha una domanda da fare, un consiglio da chiedere» spiegava due anni fa al giornalista Rosario Carello. Commovente quella a Marco Pannella che, ricoverato al policlinico Gemelli di Roma, interruppe lo sciopero della sete per protestare contro la situazione nelle carceri. Non solo personaggi noti, ma anche gente comune, come Emilia Orlandi. Francesco confidò di chiamarla una volta al mese dopo aver letto la lettera che lei scrisse all’indomani della morte del figlio. Il pontefice telefonò anche all’allora studente padovano Stefano Cabizza che gli scrisse una lettera, così come volle sincerarsi delle condizioni di Alejandra Pereyra, donna argentina vittima di uno stupro.

Bergoglio non è però il primo pontefice ad essere intervenuto telefonicamente durante una trasmissione televisiva. Nel 1998, infatti, Giovanni Paolo II telefonò a Porta a Porta, per ringraziare Bruno Vespa della puntata dedicata al ventesimo anniversario del suo Pontificato. «Anche i giornalisti hanno un’anima» fu l’unico commento rivolto da Vespa al pubblico.

Il messaggio di Bergoglio arriva a due giorni dalla strage terroristica avvenuta nel mercatino di natale di Breitscheidplatz a Berlino. L’intervento di Francesco coincide con l’auguro per i 30 anni compiuti dalla trasmissione di Rai Uno condotta da Franco Di Mare e Francesca Fialdini.

Giordano Contu

Studia e vive a Roma. Nato in Sardegna, ma pisano di adozione, ha studiato Filosofia estetica e ha collaborato al quotidiano Il Tirreno. Si interessa di politica e cultura. Cura quotidianamente i social network. È impegnato socialmente e politicamente. Ama i paesaggi, la fotografia e il mare.