Piacenza, bimbo di due anni trovato morto in auto. Il padre si era dimenticato di accompagnarlo all’asilo

Dimenticato in auto, sotto il sole, per più di otto ore. Un bambino di due anni è stato ritrovato morto nella periferia est di Piacenza ieri pomeriggio. Il padre avrebbe dovuto lasciare il piccolo all’asilo prima di recarsi al lavoro. Ma una banale distrazione, da quanto emerge dalle prime ricostruzioni, è costata cara al genitore. 
Il fatto.
Il bambino di due anni, Luca Albanese, a bordo di un auto parcheggiata in via Brescianini, a Piacenza, era ormai senza vita quando il 118 è arrivato sul posto. Inutili i tentativi dei medici di rianimarlo. Ora i carabinieri stanno ricostruendo la dinamica dell’accaduto. Dalle prime indiscrezioni, sembra che le cause del decesso siano dovute al caldo, dato che il bambino si trovava nell’auto almeno dal mattino. A dare l’allarme è stato il nonno del bimbo che, una volta arrivato all’asilo per prendere il piccolo, ha appreso dalle maestre che non era mai arrivato. Subito è partita la chiamata al padre del bambino, che lavora come cuoco
in un’azienda di ristorazione (la Copra Elior). L’uomo giunto al parcheggio non ha potuto fare altro che constatare la tragedia.
Il ritrovamento.
Andrea Albanese, 39 anni, non ha retto alla scoperta del decesso del figlio. Appena ha realizzato quanto accaduto sviene; i medici sono costretti a intubarlo e trasferirlo immediatamente all’ospedale più vicino. Più tardi anche mamma Paola, arrivata sul posto, viene colta da un malore e accompagnata in ospedale.
Piacenza si stringe nel lutto. Piacenza è a lutto e il sindaco Paolo Dosi ha commentato così la vicenda: E’ una disgrazia enorme e insopportabile, perché palesa le contraddizioni dell’attuale modo di vivere. Sono vicino ai genitori e in particolare al padre, nel quale cerco di immedesimarmi: c’è certamente della colpa quando si compie una dimenticanza di questo tipo, ma egli stesso è vittima di un ritmo di vita nel quale non si mette attenzione alle cose fondamentali“.

Gianluca Natoli