Seggiolino "salva bambini"arriva in aula il pacchetto per la sicurezza in auto

Crescono i casi di bimbi dimenticati Più sanzioni per telefono alla guida

A lanciare la proposta di legge era stato il papà di Luca Albanese, il bambino di due anni morto a Piacenza perché dimenticato in auto per otto ore sotto al sole. Ora la commissione Trasporti della Camera ha approvato alcuni emendamenti alla manovra per istituire l’obbligo dei dispositivi sonori sui seggiolini da automobile. Il fenomeno dei bimbi lasciati nell’abitacolo è in crescita, sia in Italia che negli Stati Uniti, dove si calcola che muoia, a causa della dimenticanza di un familiare, un bambino ogni dieci giorni. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera (fonte Kidsandcar.org), l’87 per cento dei decessi riguarda bimbi fino a 3 anni di età. Nel 55 per cento dei casi sono i genitori a dimenticarli in auto. A volte, una su tre, sono i bambini ad introdursi nell’auto, all’insaputa di mamma e papà.

Questa però non è l’unica novità approvata dalla Commissione: sempre in tema sicurezza sono previste sanzioni pesanti per chi utilizza il cellulare mentre guida, con una multa che potrà variare da 322 a 1294 euro. Rilevante è l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria che prevede la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi. Inoltre, se lo stesso soggetto compie un’ulteriore violazione entro i due anni, la sanzione amministrativa raddoppia: da 644 a 2.588 euro e la patente potrà essere sospesa da due a sei mesi. Questi emendamenti ora dovranno passare all’esame della commissione Bilancio e poi al voto dell’Aula per essere approvati.

Giulia Torlone

Aquilana di nascita, si è laureata in Italianistica e vive a Firenze. Ha lavorato nel settore della cooperazione internazionale occupandosi di ufficio stampa. Redattrice su temi di diritto alla cittadinanza e giustizia sociale, ha concentrato il suo lavoro sui Paesi del bacino del Mediterraneo.