I militari all'esterno del palazzo dove un carabiniere si è barricato tenendo in ostaggio le sue due figlie dopo avere sparato alla moglie a Cisterna di Latina, 28 febbraio 2018. ANSA

Spara alla mogliee si barrica in casainsieme alle figlie

Tragedia a Cisterna di Latina Donna in gravissime condizioni

Un appuntato dei carabinieri in servizio a Velletri ha sparato alla moglie con la propria pistola di ordinanza dopo essere rientrato a casa. E’ accaduto a Cisterna di Latina dove l’uomo, che risulta attualmente barricato nell’abitazione insieme alle figlie, risiede con la propria famiglia. La situazione è seguita dai carabinieri del comando provinciale di Latina e dal comandante provinciale Gabriele Vitagliano, che si è recato sul posto. Sembra che la coppia si stesse separando. La donna nel frattempo è stata trasportata con l’eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma in gravissime condizioni.

AGGIORNAMENTO 11:53 “Temiamo il peggio ma non abbiamo ancora notizie definitive”. Lo ha dichiarato il comandante provinciale dei carabinieri di Latina, il colonnello Gabriele Vitagliano, rispondendo alle domande della stampa.

AGGIONAMENTO 12:06  “L’uomo sta parlando con dei nostri negoziatori professionisti. È in stato di forte agitazione e non ragiona in modo limpido”, ha affermato il comandate Vitagliano, confermando che “è solo con le bambine” e che “sono arrivate persone che lo conoscevano per aiutare i nostri negoziatori a fornire informazioni utili per parlare con lui”. Per precauzione è stato staccato il gas a tutta la palazzina dove si trova l’appartamento in questione.

AGGIONAMENTO 12:26 Emergono i primi dettagli sulla dinamica di quanto accaduto. L’uomo avrebbe aspettato la moglie in garage e, dopo averle sparato, le ha preso le chiavi e si è recato nell’appartamento dove le figlie ancora dormivano per barricarsi. Secondo quanto riferisce il comandante provinciale dei carabinieri di Latina l’uomo avrebbe come unica arma la propria pistola di ordinanza. La moglie del carabiniere, Antonietta Gargiulo, è molto conosciuta a Cisterna di Latina anche per la sua attività in parrocchia. Intanto sul profilo Facebook di Luigi Capasso, questo il nome dell’uomo, compaiono decine di messaggi di conoscenti che lo pregano di lasciare andare le piccole: “Sono le tue splendide figlie lasciale andare e consegnati ai colleghi, potrai tranquillamente parlare, fallo stai sereno”, si legge.

Marco Assab

Nasce a Siracusa nel 1988. Si diploma in recitazione e dizione all’Accademia del cinema e della televisione di Cinecittà nel 2008. Consegue la laurea triennale in Scienze della comunicazione nel 2012 e quella magistrale in editoria e giornalismo nel 2014. Ha svolto un anno di Servizio Civile. Gestisce un canale Youtube e le relative pagine social.