Suppletive in UmbriaVittoria del centrodestra Alessandrini (Lega) al 53%

Centrosinistra al 38%, 5 Stelle solo 7% Elettori in calo: partecipazione al 14%

Il centrodestra vince le elezioni suppletive per il collegio uninominale Umbria 2 del Senato. L’esponente della Lega, Valeria Alessandrini, ha ottenuto il 53,7% dei voti. Al 38% si è attestata invece Maria Elisabetta Mascio, appoggiata da Pd e Sinistra civica verde. Roberto Alcidi, del Movimento 5 stelle, al 7,4%, e Armida Gargani per Riconquistare l’Italia, ferma al 0,7%. Elettori in netto calo, su 306 mila 382 votanti sono andati ai seggi solamente in 44.580.

“In Umbria si conferma un centrodestra unito e forte”, ha commentato la vincitrice Valeria Alessandrini della Lega. “Nel Paese c’è una situazione difficile – ha sottolineato – e stiamo vivendo una grande emergenza. Sono vicina a tutte le persone in campo, in particolare il personale sanitario e la polizia penitenziaria”. Alessandrini ha quindi espresso la sua gratitudine alla presidente della Regione Donatella Tesei e ai sindaci “che hanno garantito un voto in sicurezza per i cittadini nonostante l’emergenza Coronavirus” ha concluso.

Valeria Alessandrini, sostenuta anche da Fratelli d’Italia e Forza Italia, ha così confermato il successo ottenuto alle politiche del marzo 2018 da Donatella Tesei, eletta presidente della Regione che ha lasciato lo scranno da oggi occupato proprio dall’Alessandrini. La vincitrice, già consigliere regionale del Carroccio ed ex assessore alla Scuola del Comune di Terni, è riuscita addirittura a far meglio della Tesei che aveva raggiunto il 38% dei consensi alle elezioni regionali. Anche il Pd recupera voti rispetto alle regionali. Crollo, invece, del Movimento 5 Stelle che alle politiche aveva ottenuto il 28% nel collegio e oggi ha dimezzato i propri consensi.

Le suppletive hanno comunque registrato un vistoso calo dei partecipanti alla consultazione. Il dato definitivo dei votanti si è infatti attestato al 14,55% mentre alle politiche dello scorso anno era stato del 76,78%.

Camilla Canale

Cresciuta tra Roma e Milano ma adottata dal Kenya. Ha studiato Filosofia e Scienze Politiche e si è appassionata ad entrambe. Ricercatrice, surfista, videomaker e umorista di professione. La sua ambizione è di rendere la cultura accessibile universalmente. L’informazione e la verità sono i suoi strumenti.