Telefono antibullismo inattivo
da settembre lo stop
nuovo caso a Teramo

Risposte attese dal Viminale
intanto nuovo caso a Teramo

Il numero verde (43002)  per contrastare il bullismo e la droga nelle scuole italiane, attivato nel 2014, sarebbe in realtà inattivo da settembre 2016. A segnalarlo sono i deputati M5S in commissione Affari Sociali che hanno rivolto un’interrogazione al ministero dell’Interno. Gli stessi rilevano che il costo gli invii degli sms previsti sarebbero a carico dell’utente, contrariamente a quanto annunciato più di due anni fa al momento del lancio.

«Chiediamo al ministero dell’Interno di indicare quali saranno le prossime iniziative concrete e durature in materia di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo che il ministero intenda attuare per aiutare i ragazzi e le loro famiglie e se sono previsti incrementi di spesa in materia» hanno concluso i parlamentari cinquestelle, sottolineando l’importanza di intervenire sul tema.

Intanto a Teramo emerge un nuovo caso: una ragazzina sarebbe stata importunata da otto coetanei che hanno più volte cercato di palpeggiarla e rubarle piccole somme di denaro. Per due di loro, al termine delle attività di indagine svolte dai Carabinieri su segnalazione dei genitori della giovane, è scattata l’ordinanza di custodia della permanenza in casa emessa dal Tribunale dei minori dell’Aquila.

Alessio Foderi

Nato a Orbetello nel 1994, cresce nella Maremma Toscana e si trasferisce a Pisa, per frequentare l’università dove, dopo aver trascorso un periodo a Londra, si laurea in traduzione e interpretariato nel Luglio 2016. Oltre le lingue, coltiva molte passioni come la fotografia e il cinema: curioso e determinato, dal 2014 inizia a collaborare con RadioEco.it, prima come blogger e poi come speaker della trasmissione settimanale “Associazioni d’Idee”. Adesso alla Lumsa per inseguire una passione e realizzare un sogno.