Triathlon: incidente in Sudafrica per due azzurre, sono gravi

triathlon atlete

Le triatlete italiane, Edith Niederfriniger e Linda Scattolin, sono rimaste gravemente ferite in un incidente avvenuto sabato mattina in Sudafrica. Le due atlete azzurre, mentre si stavano allenando in bici nei pressi di Città del Capo, sono state travolte da un pullman che trasportava una squadra di rugby. Il veicolo si è successivamente ribaltato e tre componenti della squadra del Franschhoek Rugby Club (due giocatori ed un supporter) sono morti. In totale sono 26 le persone ferite, trasportate negli ospedali di Paarl, Stellenbosch e Città del Capo.

Le due triatlete italiane sono state trasportate in elicottero in ospedale e le loro condizioni restano serie. Nello specifico le condizioni di Linda Scattolin restano gravissime mentre la Niederfriniger non sarebbe in pericolo di vita.

A confermare la delicatezza della situazione sono due colleghi ironman delle sfortunate sportive, James Cunnama e Jodie Swallow, che parlano di condizioni “stabili ma piuttosto serie”.

Stando ad una prima ricostruzione della dinamica, le due atlete della nazionale italiana sono state investite dal pullman uscito dalla propria carreggiata a causa della rottura dei freni.  Il tragico incidente è avvenuto lungo la tortuosa strada R45 del Franschhoek Pass che collega le località di Stellenbosch e Villiersdorp, circa una settantina di chilometri da Città del Capo.

Mario Di Ciommo

Mario Di Ciommo

Nato a Venosa nel 1990 cresce a Lavello, in Basilicata. Dopo aver ottenuto il diploma presso il Liceo Classico V Orazio Flacco, frequenta a Roma l’università SSML Gregorio VII conseguendo, nel 2011, la laurea in mediazione linguistica. Redattore dal 2011 presso Nextmediaweb, nel 2013 ottiene il titolo di giornalista pubblicista. Amante dei viaggi, tra le sue passioni ci sono anche la geografia e lo sport.