Ucciso dalla famigliae arso vivo in auto3 arresti in Calabria

Secondo le indagini, Vincenzo Cordì ucciso dalla moglie, figliastro e amante

Dopo quasi tre mesi di indagini sono stati arrestati Susanna Brescia, Francesco Sfara e Giuseppe Menniti. I tre sono accusati di aver ucciso Vincenzo Cordì a San Giovanni di Gerace, provincia di Reggio Calabria: lo avrebbero bruciato vivo nella sua auto, nella notte tra il 12 e il 13 novembre dello scorso anno. Si tratterebbe quindi di un delitto consumato in ambito familiare: Susanna Brescia era la moglie del morto, Francesco Sfara il figlio – nato da un precedente matrimonio – della stessa, mentre Giuseppe Menniti sarebbe stato l’amante della donna.

Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai Carabinieri di Reggio Calabria, Vincenzo Cordì sarebbe stato condotto dalla moglie con l’inganno in una località appartata e successivamente, con il concorso del figlio e dell’amante, tramortito, cosparso di benzina e dato alle fiamme nella propria auto.

Susanna Brescia avrebbe poi cercato di far credere agli inquirenti che il marito avesse deciso di togliersi la vita, a causa di un periodo di forte depressione che stava attraversando.

Flavio Russo

1991. Liceo classico e università umanistiche. Curioso di tutto e quindi giornalista. Sono nato lo stesso giorno di Andrea Pazienza, mio padre spirituale. Napoletano, incredibilmente amo la musica, il mare, la pizza e Maradona.