Aggressione a DusseldorfFerisce persone con un'asciasul binario della metro

E' uno slavo di 36 anni con problemi psichici

Paura e sangue in una stazione metropolitana di Duesseldorf ieri sera intorno alle 22. Un uomo armato di ascia ha cominciato a sferrare colpi di ascia contro i passeggeri in attesa vicino al binario della S-Bahn. Stando ai racconti dei testimoni, è saltato fuori dal treno appena arrivato e ha poi cominciato a colpire la gente. Sarebbe riuscito a ferire 7 persone, di cui 2 donne. Quattro di loro sono in condizioni gravi. In seguito pare sia fuggito dalla stazione, è saltato da un ponte ed è rimasto gravemente ferito. La polizia è riuscita a catturarlo e a portarlo poi in ospedale per i soccorsi. In precedenza le autorità avevano bloccato i treni della stazione centrale di Duesseldorf per circa un’ora e mezza, a scopo di sicurezza.

Il sindaco della città, Thomas Geisel, si è recato immediatamente nella stazione. “Sono qui per ringraziare la polizia. I miei pensieri vanno a chi è rimasto ferito”, le sue parole. La Germania è ovviamente sotto shock. Il ricordo del recente attentato a Berlino ad opera di Anis Amri, terrorista legato all’ISIS, che investì la folla del mercatino di Natale a Berlino, è ancora forte. Ma in questo caso non sembra essere implicato il terrorismo internazionale.

Non si conosce ancora il nome dell’uomo, ma si sa che è un 36enne originario dell’ex Jugoslavia residente a Wuppertal, ovest della Germania. Pare soffra da tempo di problemi psichici.

Christian Dalenz

Nato a Roma il 30/10/85. Laureato all’Università La Sapienza (Roma) in Relazioni Economiche Internazionali nel 2011 e in Analisi Economica delle Istituzioni Internazionali nel 2014, e in Economic Policy alla Facoltà di Arti e Scienze Sociali dell’Università di Kingston (Londra) nel 2016. Scrive articoli di politica, economia, cinema e musica per varie testate, tra cui Lumsanews, Forexinfo e Slowcult. Facebook: https://www.facebook.com/articolidalenz