Pubblica Amministrazionesubisce attacco hackerRubati migliaia di dati

In manette il principale sospettato Un uomo di 66 anni residente a Imperia

Centinaia di credenziali di accesso a dati sensibili e migliaia di informazioni private di cittadini. Era il bottino rubato dagli archivi informatici della Pubblica Amministrazione da un hacker originario della provincia di Torino e residente a Imperia. L’uomo, 66 anni, avrebbe anche organizzato – insieme ad alcuni complici a loro volta denunciati – una banca dati online illegale consultabile a pagamento. È stato arrestato su provvedimento del Gip di Roma.
L’hacker avrebbe “un know how informatico di altissimo livello e numerosi precedenti penali”. Così lo ha descritto la Polizia postale. Tramite numerosi attacchi ai sistemi informatici di diverse Amministrazioni centrali e periferiche italiane, avrebbe avuto accesso a centinaia di credenziali di autenticazione. L’uomo è riuscito a introdursi in banche dati appartenenti ad Agenzie delle Entrate, Inps, Aci e Infocamere.

Giorgio Saracino

Giorgio Saracino, classe 1994, laureato in Lettere. Giornalista pubblicista, ha collaborato con varie testate. Ha frequentato la scuola di Giornalismo della Fondazione Basso di Roma. Quattro stage in redazione: Sky Sport 24, Radio Vaticana, Left e Report (Rai Tre). Stagista professionista.