Bambino guarito da leucemiarischia di saltare la scuolain classe 5 non vaccinati

Un medico di Treviso racconta la vicenda "Nell'altra classe ce ne sono altri 3"

Dopo aver sconfitto una forma di leucemia mielode acuta, adesso rischia di dover saltare il primo giorno di scuola. Un bambino di 8 anni di una cittadina veneta, recentemente sottoposto a trapianto di midollo per curare la sua malattia, domani rischia infatti di dover rimanere a casa. Il motivo? Nella sua classe sono iscritti cinque bambini non vaccinati. E per lui, che a causa della leucemia non ha potuto essere a sua volta vaccinato, stare in contatto con loro può essere pericoloso. Se non letale.

La vicenda è stata riferita da un medico di Castelfranco Veneto, Oriana Maschio, su Facebook: “Sono stordita. Vivendo in un paese – ha scritto – non c’è alternativa, nell’altra classe ci sono altri tre bambini non vaccinati. Intanto i bambini che hanno subito chemio dovranno cercare una classe di bambini vaccinati e magari, come lui, alzarsi prima ogni mattina per andare col papà in macchina in un altro paese”.

“La storia è vera – ha confermato la dottoressa – l’ho saputa da una mia collega. Anche se ne ho ‘romanzato’ i contorni il bambino esiste, va in giro con la mascherina. Il problema si porrà quando rientrerà in classe e verrà affrontato, credo, con tutta la chiarezza possibile dai suoi genitori”.

Carmelo Leo

Nato a Messina nel 1993, ha conseguito la laurea triennale in Scienze delle Relazioni Internazionali e Politiche nel 2016 con una tesi dal titolo “Il declino del sogno americano: gli Stati Uniti nel tornante storico del Sessantotto”. Dopo qualche breve esperienza giornalistica online si è iscritto al Master in Giornalismo della LUMSA. Appassionato di storie, che siano esse libri, film, racconti, videogiochi o canzoni.