Blitz contro la cosca Alvarodiciotto arresti nel regginoper associazione mafiosa

Operazione anti-'ndrangheta tra i fermati il sindaco di Delianuova

Maxi blitz dei carabinieri di Reggio Calabria contro la cosca Alvaro di Sinopoli. All’alba di questa mattina sono state arrestate 18 persone, accusate di associazione di tipo mafioso, estorsione, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori, aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose. Le indagini hanno fatto luce sugli interessi criminosi della cosca Alvaro, una delle più agguerrite del mandamento tirrenico della ‘ndrangheta, che era in grado di infiltrare enti pubblici e amministrazioni locali per influenzarne le scelte e acquisire illecitamente appalti e finanziamenti pubblici. Tra i fermati con l’accusa di associazione mafiosa c’è anche il sindaco di Delianuova, Francesco Rossi, eletto tre anni fa a capo di una lista civica. Coinvolti anche due imprenditori.

Dino Cardarelli

Trentatrè anni, marsicano, laureato in Comunicazione all’Università di Teramo, città in cui muove i primi passi nel giornalismo, collaborando con testate cartacee ed online locali. Pubblicista dal 2009, iscritto nell’Ordine abruzzese, vuole continuare ad inseguire il suo sogno: realizzarsi come cronista sportivo.