Asti, esplode una bombanei pressi del tribunale Minacce ai magistrati

Lo scoppio è avvenuto nella notte Per la polizia è gesto intimidatorio

Una bomba rudimentale è esplosa nella notte, ad Asti, nei pressi dell’archivio di Stato e del tribunale del centro piemontese. Danneggiata la pavimentazione vicino alla cancellata di via Galimberti, nessuno è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco. Trovati frammenti in plastica e stagnola dell’esplosivo.

La polizia indaga sul gesto intimidatorio. Nelle vicinanze del luogo in cui è stata piazzata la bomba, gli agenti hanno trovato anche un cartello con scritte sopra alcune minacce come “Vi faremo morire tutti”. Secondo quanto trapela, l’azione sarebbe stata rivolta contro quattro magistrati astigiani.

“Ripudio con forza il gesto che, per la nostra città, per fortuna è insolito e isolato”. Lo dice il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, che ha aggiunto: “Esprimo totale solidarietà nei confronti della magistratura astigiana, che è quotidianamente impegnata al servizio dello Stato e dei cittadini”.

Laura Bonaiuti

Laura Bonaiuti è nata a Fiesole (Fi) nel 1992. La sua passione è il giornalismo in qualsiasi sua forma. Vuole raccontare storie su carta, online, in televisione, su youtube e potenzialmente dappertutto. Ha scritto, tra gli altri, per La Repubblica (cartaceo e online) e ha collaborato con il programma televisivo Matrix su Canale 5 a Roma, dove si è trasferita da agosto 2017. Fa parte della redazione del mensile cartaceo “The New’s Room”. Adesso è giornalista praticante presso LUMSA Master School dove studia nel biennio 2018-2020. Nel maggio 2015 ha pubblicato il romanzo “Se nessuno sa dove sei” con Edizioni Piemme e "Non c'è posto per me" nel gennaio 2020 con Giunti.