Elezioni in PortogalloVincono i socialistiCosta di nuovo premier

Premiato il governo di 4 anni Solo 1 seggio all'estrema destra

La sinistra torna a vincere in Portogallo. Il Partito socialista (Ps) conquista il 36,65% dei voti, seguito dai socialdemocratici di centrodestra (Psd) con il 27,9%. Questi i risultati definitivi diffusi del Ministero dell’Interno.

I numeri usciti dalle urne affidano al Ps, che ha governato negli ultimi quattro anni con il sostegno di due partiti di estrema sinistra, 106 dei 230 seggi del Parlamento, passando dagli 86 dell’Assemblea uscente e a soli dieci dalla maggioranza assoluta. Terzo il Blocco di sinistra con il 9,6% dei voti (16 seggi), seguito dalla coalizione di sinistra al 6,3% (9 seggi), i popolari di destra al 4,2% (4 deputati) e gli ambientalisti di Pan al 3,3% (2 seggi). Una nuova formazione di estrema destra, Chega! (“È abbastanza!”) è entrata nel Parlamento di Lisbona per la prima volta ma con un solo seggio. Record però di astensione: solo il 54,45% degli aventi diritto si è presentato alle urne.

Matteo Petri

Giovane studente appassionato di giornalismo, filosofia e musica. Nato nella provincia toscana di Lucca nel 1995, diplomato allo scientifico e laureato in filosofia a Pisa nel 2017. Compulsivamente curioso di natura, assillatore di domande professionista. Vespista, nonché bassista nel tempo libero.