Don Matteo e Alberto Angelaintramontabili protagonistiBoom di ascolti su RaiUno

In totale 12 milioni di spettatori hanno seguito i due programmi

La tv generalista premia ancora i grandi classici, che continuano a riscuotere un notevole successo tra il pubblico italiano. Si tratta della serie televisiva Don Matteo, arrivata all’11esima edizione e del programma culturale Meraviglie – la penisola dei tesori di Alberto Angela. Entrambe targate RaiUno.

Ieri sera, sono stati 7 milioni 632mila, con uno share del 31.6%, i telespettatori che hanno seguito in prima serata i primi due appuntamenti della fiction che vede come protagonista Terence Hill nei panni dell’ormai noto sacerdote.

Don Matteo e il maresciallo Cecchini, interpretato da Nino Frassica, restano i capisaldi della fiction, ma ci sono alcune importanti novità. Non c’è più il capitano Tommasi che viene sostituito dalla giovane Anna Olivieri (Maria Chiara Giannetta). Cambia anche il Pm: si tratta di Marco Nardi, interpretato da Maurizio Lastrico. In canonica viene accolta Sofia (Mariasole Pollio), una ragazzina ribelle che finirà per legarsi al giovane Sebastiano (Federico Russo).

Ottimi ascolti anche per Alberto Angela, che ha superato ogni precedente picco. Anche questa volta, il divulgatore scientifico, figlio del celebre Piero, ha dimostrato di non avere rivali, mettendo a segno il miglior risultato di sempre per la sua trasmissione. Mercoledì sera, la seconda puntata del documentario dedicato alle bellezze e ai siti Unesco del nostro Paese, ha tenuto incollati ai teleschermi ben 5.682.000 spettatori, pari al 23,3% di share, confermando così l’ottimo esordio della scorsa settimana.

Un successo che si registra anche sui social network. Migliaia gli utenti che, mentre guardavano la tv, hanno pubblicato i loro commenti sottolineando il loro amore per i due grandi classici della televisione generalista.

Luisa Urbani

Nasce a San Benedetto del Tronto il 21 agosto del 1990. Conseguita la maturità scientifica si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Macerata elaborando una tesi in diritto internazionale. Negli anni della laurea collabora con testate giornalistiche on line e come portavoce di personaggi politici locali.