CasaPound e Forza Nuovaeliminate da Facebook "Non c'è spazio per l'odio"

Protestano le due formazioni neofasciste Anpi: "Applicare leggi Scelba e Mancino"

Zuckerberg blocca CasaPound e Forza Nuova. I profili su Facebook e Instagram dei due partiti neofascisti e dei responsabili nazionali e locali sono stati eliminati dai due social network. “Qui non c’è spazio per l’odio”, la sintesi delle motivazioni dei portavoce delle piattaforme.

“Siamo schifati da un attacco senza precedenti, è uno sputo in faccia alla democrazia”, hanno affermato i due leader della tartaruga frecciata Gianluca Iannone e Simone Di Stefano. Il leader dei “fascisti del terzo millennio” ha invece parlato di “repressione del pensiero”.

La chiusura dei profili social è arrivata proprio nel giorno in cui i due movimenti neofascisti erano scesi in piazza insieme a Lega e Fratelli d’Italia per protestare contro il secondo governo Conte.

“Una scelta giusta e coraggiosa”, ha dichiarato il segretario del Pd Nicola Zingaretti. Mentre l’Anpi rilancia l’appello per lo scioglimento delle formazioni neofasciste: “Costituzione, leggi Scelba e Mancino devono essere applicate rigorosamente”

Federico Marconi

Roma, 1993. Dopo la maturità scientifica abbandona i numeri per passare alle lettere: prima di approdare alla Lumsa studia storia contemporanea a La Sapienza e giornalismo alla Fondazione Basso. Ha prodotto un web-doc per ilfattoquotidiano.it e collabora con L’Espresso