Il pm del caso Cucchi"Storia costellata di falsie atti modificati dall'alto"

Depositati verbali integrativi sulla morte del geometra romano

“Questa storia è costellata di falsi, da dopo il pestaggio, ed è proseguita in maniera ossessiva anche dopo la morte di Cucchi”. Queste le dichiarazioni del pm Giovanni Musarò in merito alla vicenda del 41enne romano. Le sue parole sono state rilasciate in apertura di udienza del processo a carico di cinque carabinieri per il caso della morte del ragazzo romano, che risale al 2009.

Le principali accuse di Musarò riguardano la falsificazione degli atti del processo, per lui “modificati dall’alto”. Il pm ha inoltre denunciato l’inquinamento delle prove raccolte nel corso delle indagini.

Il rappresentante dell’accusa ha annunciato il deposito di verbali integrativi di indagine. Ha motivato così questa sua decisione: «Solo così – ha affermato – si può capire il clima che si respirava in quei giorni e perché quella annotazione del 22 ottobre sia stata fatta sparire senza che nessuno ne parlasse per nove anni».

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.