Foto by Pixabay

Attacco a colpi di machetegiovane arrestatoper tentato omicidio

Il fermato si è dichiarato estraneo all'aggressione ai danni di un coetaneo

TORINO – Ha un volto il presunto aggressore che, a colpi di machete, ha provocato l’amputazione parziale di una gamba a un giovane nella città di Torino alcuni giorni fa.  Si chiama Pietro Costanzia di Costigliole, ventitré anni.

Costigliole, sentito dal pubblico ministero titolare dell’inchiesta, alla presenza dei suoi avvocati difensori ha dichiarato di essere completamente estraneo alla vicenda. Al momento del fermo credeva, infatti, che si trattasse dell’esecuzione di un provvedimento dell’autorità giudiziaria spagnola, dal momento che ha soggiornato per diverso tempo sul territorio iberico.

Il giovane, nato a Milano e residente a Torino, sarebbe il discendente dell’antica famiglia piemontese di Costanzia, signori di Costigliole, di cui si trova traccia negli archivi araldici a partire dal XIII secolo.

 

Maddalena Lai

Sarda, laureata in Giurisprudenza e aspirante giornalista. Mi piacciono la scrittura, la politica e i diritti. Ho una vocazione per le cause perse e le domande scomode.