Clima, migliaia di personea Milano per il corteodei Fridays for Future

Presente anche Greta Thunberg protetta dagli attivisti

“Il clima cambia, il sistema no: sradichiamolo”. È solo uno degli striscioni presenti alla manifestazione organizzata a Milano dal movimento “Fridays For Future” a seguito dello “Youth4climate”, il summit preparativo delle Nazioni Unite che, insieme alla PreCop26, si è tenuto in vista del vertice di Glasgow. Alla guida del corteo l’attivista Greta Thunberg, volto principale della lotta contro il cambiamento climatico, circondata da un cordone di attivisti determinati a proteggerla dai tentativi della stampa di strapparle una dichiarazione. Tra gli oltre 50 mila ragazzi che hanno preso parte alla manifestazione presente anche Vanessa Nakate, la 24enne ugandese che nel gennaio 2019 ha dato il via nel proprio Paese alle proteste per sensibilizzare sul tema del cambiamento climatico. I manifestanti hanno percorso le vie del centro per raggiungere piazzale Damiano Chiesa, poco distante dal MiCo, dove oggi si tiene la seconda giornata della conferenza Pre Cop-26.

La folla riversatasi per le strade del capoluogo lombardo si è limitata a congestionare la viabilità, ma l’atmosfera è rimasta per il tutto il tempo festante, con Greta che ha ballato e battuto le mani sulle note di  ‘Bella ciao’ in piazzale Cadorna. Unico momento di tensione di fronte alla sede dell’Unicredit in piazza Edison, dove cinque attivisti che si sono staccati dal corteo hanno imbrattato con vernice nera il cortile di fronte alla banca, esponendo un cartello con scritto “UniCredit si arricchisce con armi e petrolio”.

Una giornata intensa quella di oggi: alle 15 andrà in scena il flash mob ‘Non si respira un bel clima’, organizzato all’Arco della pace in collaborazione con Legambiente per richiamare l’attenzione sul legame tra emissioni e inquinanti in città. Alle 18 si aprirà uno spazio di discussione con esperti e attivisti in cui verrà fatto il punto su come il nostro Paese sta affrontando la crisi climatica. Per concludere, alle 19.30 si terrà un forum sugli obiettivi per realizzare una transizione ecologica che coincida con la lotta alle diseguaglianze sociali. Le manifestazioni proseguiranno a Milano anche domani.