Colosseo | Foto Pixabay

Colosseo, dal 18 ottobrevisite con ticket nominativocontro il bagarinaggio

La direzione del Parco approva 3000 ingressi contemporaneamente

ROMA – Cambia la modalità di ingresso al Colosseo. Dal 18 ottobre l’Anfiteatro Flavio sarà visitabile solamente con un biglietto nominativo. Questa la decisione del Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano che già dal 20 settembre aveva stanziato questa proposta alla direzione del Parco archeologico con l’obiettivo di “liberare uno dei simboli del nostro patrimonio storico-culturale dal fenomeno del bagarinaggio”.

Viene, inoltre, potenziata la vendita dei biglietti sul posto con l’apertura di una nuova biglietteria, in largo della Salara Vecchia/Via dei Fori Imperiali, che si affianca a quella già esistente sulla Piazza del Colosseo, portando così a sei le casse disponibili per il ritiro dei biglietti destinati ai visitatori singoli non intermediati – che non hanno acquistato il biglietto su piattaforme terze -, fino ad esaurimento delle disponibilità. Inoltre sarà raddoppiata la percentuale dei biglietti venduti sul posto.

Il via libera è stato accolto favorevolmente dalla direttrice Alfonsina Russo, secondo la quale “in un periodo di overtourism come quello che sta vivendo Roma, l’ingresso al monumento è limitato a 3mila persone in contemporanea per motivi di sicurezza dei visitatori e per la tutela del patrimonio artistico”.

Lorenzo Urbani

Laureato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza, sono giornalista pubblicista dal luglio 2020. Da un anno faccio parte del team di telecronisti per la redazione di Gianluca Di Marzio. Appassionato di tutti gli sport con il sogno di raccontare, un giorno, una finale di Champions League.