Contro l'emergenza Covid-19il Ministero crea il portale"Solidarietà digitale"

Obiettivo è combattere la crisi sociale legata a diffondersi dell'epidemia

Nasce “Solidarietà digitale” la nuova piattaforma ideata dal ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione. L’obiettivo è aiutare cittadini, professionisti e aziende a continuare la propria attività e mantenere le proprie abitudini di vita, rispettando al tempo stesso le disposizioni di contrasto all’epidemia da Covid-19.

Cos’è la piattaforma
Il ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano, con il supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia digitale, ha introdotto veri e propri servizi e soluzioni innovative che hanno come scopo la riduzione dell’impatto sociale ed economico della crisi causata dal Coronavirus.

Per il Ministero, come si legge anche sulla pagina ufficiale dedicata all’iniziativa, “il digitale e l’innovazione sono alleati preziosi per farci vivere un quotidiano sostenibile, migliorando la nostra qualità della vita nonostante le limitazioni”.

 

I servizi offerti
Il progetto riguarda numerosi servizi gratuiti rivolti a cittadini, professionisti e aziende, che permettono di realizzare la nostra vita grazie alla rete. “Solidarietà digitale” mette quindi a disposizione piattaforme di smart working avanzate, ma anche alcuni quotidiani e libri che si possono leggere senza andare in edicola o in biblioteca.

Un servizio importante è quello dell’e-learning, ovvero della formazione scolastica telematica, grazie a vere e proprie piattaforme dedicate promosse anche dal Ministero dell’Istruzione. Altrettanto fondamentale è l’utilizzo di “Solidarietà digitale” per usufruire di servizi digitali online, come ad esempio una consulenza medica o professionale, o l’accesso ad alcuni servizi pubblici.

Le aziende o le associazioni grazie al portale possono quindi offrire i loro servizi digitali, completamente gratuiti, a tutti i cittadini italiani. Importanti realtà della telefonia mobile lo hanno già fatto consentendo ai propri clienti di avere gigabyte illimitati di traffico internet per 1 mese.

 

I criteri per le aziende
Tutte le aziende interessate a offrire servizi dovranno comunque conformarsi a specifici criteri stilati dal MiD. Tra questi l’eliminazione dell’obbligo di rinnovo per qualsiasi tipo di promozione, la diffusione dell’offerta per tutto il territorio nazionale e non per una singola zona d’Italia e  la creazione di un canale di adesione dedicato all’iniziativa.

Matteo Petri

Giovane studente appassionato di giornalismo, filosofia e musica. Nato nella provincia toscana di Lucca nel 1995, diplomato allo scientifico e laureato in filosofia a Pisa nel 2017. Compulsivamente curioso di natura, assillatore di domande professionista. Vespista, nonché bassista nel tempo libero.